Dimensioni striscioni pubblicitari
Guide

Come scegliere le dimensioni degli striscioni pubblicitari: dalle misure standard alla gigantografia

Quali sono le dimensioni degli striscioni pubblicitari? In questa breve guida forniamo tutte le informazioni utili sulle misure più comuni adottate per gli striscioni pubblicitari e su come fare una gigantografia per aumentare la visibilità del messaggio promozionale. Grazie a questi consigli, scegliere le dimensioni giuste per promuovere la propria attività commerciale, prodotti o servizi è più facile e veloce.

Che cos’è uno striscione pubblicitario

Prima di entrare nel dettaglio sulle dimensioni degli striscioni pubblicitari e sui materiali di cui sono composti, è opportuno sapere cosa sono. Gli striscioni pubblicitari sono banner di grandi dimensioni che vengono esposti durante eventi, fiere o manifestazioni, sia in ambienti esterni sia in ambienti interni, per promuovere brand, prodotti o servizi. Si tratta di uno degli strumenti di comunicazione pubblicitaria più utilizzati da aziende, attività commerciali e organizzazioni poiché garantisce grande visibilità, anche da molto lontano.

Le dimensioni degli striscioni pubblicitari

Gli striscioni pubblicitari possono essere realizzati in diverse misure a seconda dello scopo d’utilizzo e al luogo di esposizione (stadio, piscina, palestra, cavalcavia, facciata di un palazzo o centro commerciale, eccetera). Qui di seguito riportiamo le dimensioni degli striscioni pubblicitari più comunemente adottate per le promozioni: 

  • 300×100 cm;
  • 500×150 cm;
  • 300×200 cm.

Quando il lato corto è superiore ai 300 cm, la stampa su PVC o rete Mesh viene realizzata attraverso la pannellizzazione, ovvero la suddivisione in più parti dello striscione pubblicitario che in seguito vengono termosaldate tra loro. 

La scelta delle dimensioni degli striscioni pubblicitari va valutata in base al tipo di messaggio che si vuole comunicare, al luogo in cui vengono esposti i banner e al budget a disposizione

Gli striscioni che si sviluppano più in lunghezza, per esempio, sono più adatti alla promozione di eventi, fiere o nuove aperture di attività commerciali. Gli striscioni che invece hanno forma più simile a un quadrato possono contenere maggiori informazioni riguardo prodotti e servizi: di conseguenza possono essere esposti in luoghi dove le persone possono fermarsi e leggere con più attenzione. 

Infine, il prezzo per la stampa varia in base alle dimensioni degli striscioni pubblicitari: più sono grandi e maggiore è il costo per la loro realizzazione. Nel caso in cui le dimensioni siano superiori a quelle elencate in precedenza, il termine più corretto da utilizzare è gigantografia, una tipologia di striscione che offre ancora più visibilità al messaggio promozionale e al brand.

Come fare una gigantografia pubblicitaria

Con il termine gigantografie si fa riferimento a banner pubblicitari lunghi e larghi anche oltre i 30 o 40 metri. Grazie a questa speciale tecnica, è possibile ottenere infatti ingrandimenti fotografici di notevoli dimensioni, fino a raggiungere stampe di parecchi metri quadri di superficie. Questa tipologia di pubblicità viene adottata anche per ricoprire ponteggi alti e larghi dei cantieri e nascondere le strutture e le reti di protezione poco gradevoli alla vista.

Ma come fare una gigantografia pubblicitaria efficace e di qualità? Nella fase di progettazione di una gigantografia bisogna considerare prima di tutto due elementi: colori e materiale. Una gigantografia, grazie alla sue dimensioni, non passa di certo inosservata, ma utilizzando colori vivaci è più facile catturare l’attenzione dei passanti e convincerli in pochi secondi a leggere il messaggio pubblicitario.

Per quanto riguarda i materiali, bisogna tenere presente che questa tipologia di banner viene impiegata quasi esclusivamente all’esterno. È quindi necessario realizzarla con materiali in grado di resistere agli agenti atmosferici come vento e pioggia. Per un utilizzo esterno conviene optare per striscioni microforati Mesh: il tessuto del banner presenta dei piccolissimi fori che agevolano il passaggio dell’aria, rendendolo più stabile e resistente.

Altro materiale congeniale ad un impiego esterno è il TNT (tessuto non tessuto), resistente all’acqua e adatto per gigantografie pubblicitarie da esporre durante eventi sportivi, manifestazioni ed eventi promozionali. Infine il PVC, materiale economico che però garantisce elevata qualità di stampa e una buona protezione contro gli agenti atmosferici.

Come personalizzare uno striscione pubblicitario: dimensioni, materiali e finiture

Una volta ideato il messaggio promozionale, stabilite le dimensioni degli striscioni pubblicitari o della gigantografia e scelto il materiale, non rimane che procedere con la stampa. Le immagini, le foto e i testi dei banner devono essere stampate in alta qualità per assicurare colori brillanti e messaggi leggibili anche a distanze considerevoli. A chi rivolgersi per ottenere un simile risultato?

La tipografia digitale Elettra Officine Grafiche, oltre a garantire una stampa eccellente, offre un elevato livello di personalizzazione anche per gli striscioni pubblicitari. Sul sito web infatti, grazie a un configuratore, è possibile scegliere i materiali (PVC o rete MESH), le dimensioni, l’occhiellatura e la posizione dell’asola. Un servizio comodo e veloce che permette di stampare i progetti esattamente come sono stati ideati, con consegne che avvengono in tutta Italia e a costi contenuti.

Chi siamo


Elettra Officine Grafiche è la tipografia online low cost per stampa digitale di piccolo e grande formato, di ogni genere e dimensione. Garantiamo un servizio rapido, economico e di alta qualità.