tipi-di-rilegatura
Consigli

Rilegatura cataloghi e fascicoli: come scegliere quella giusta?

In questo articolo andremo a mettere in evidenza quale rilegatura scegliere in base al tipo di prodotto da stampare. Senza incollatura, brossura o altre forme di rilegatura, infatti, le pagine scritte rimarrebbero delle semplici pile di carta.

La rilegatura è il modo per dare ai propri documenti un aspetto professionale, oltre a facilitarne la consultazione; racchiude, ordina e abbellisce le pagine stampate rendendole pronte all’uso.

Andiamo quindi ad illustrare i più diffusi tipi di rilegatura e, grazie alle informazioni fornite qui di seguito, ognuno di voi sarà in grado di scegliere la tipologia di rilegatura più adatta per la stampa online di libri, tesi, cataloghi e riviste.

Rilegatura a punto metallico

rilegatura-punto-metallico
Esempi di rilegatura a punto metallico

È la classica tipologia di rilegatura usata per confezionare libretti di istruzioni, presentazioni aziendali, opuscoli pubblicitari, menu e listini di bevande, riviste e periodici con un numero di pagine ridotto. Il massimo numero di pagine per questo tipo di rilegatura è definito dalla grammatura della carta scelta: maggiore è la grammatura e minore sarà il numero di pagine. Questo metodo di rilegatura è rapido, economico oltre che robusto e duraturo nel tempo.

I fogli stampati fronte e retro (minimo 8 facciate) vengono accavallati e chiusi con l’applicazione nel mezzo di un certo numero di punti metallici, le classiche graffette applicate sul dorso.

L’apertura delle pagine del prodotto stampato avviene in maniera completa solo se il volume delle stesse non è elevato; in caso contrario, avremo pagine che tenderanno a chiudersi dopo l’apertura, e solo al centro del nostro prodotto avremo un’apertura completa.

Grazie alla squadratura del dorso è possibile rendere le rilegature a punto metallico simili ad un vero e proprio libro ma con i vantaggi dei punti in metallo già evidenziati.

Rilegatura a spirale metallica

rilegatura-spirale
Esempio di rilegatura con spirale metallica

Questa tipologia di rilegatura metallica è consigliata per rilegare libri di cucina, libri di musica, manuali per corsi di formazione, blocchi note e calendari. I fogli vengono preventivamente tagliati e forati al bordo dorso, e una spirale di filo metallico viene fatta passare attraverso questi fori circolari. Le estremità del filo metallico sono deformate per evitare che i fogli fuoriescano.

Questa tecnica di rilegatura è l’unica che permette alle pagine di essere voltate a 360° ed essere quindi aperte completamente, per una migliore consultazione del prodotto stampato.

Il numero massimo di pagine per questo tipo di rilegatura è variabile in base al diametro della spirale e alla grammatura della carta. Ipotizzando il caso di un diametro elevato e una grammatura ridotta, potremo inserire alcune centinaia di pagine.

Rilegatura in brossura

rilegatura-brossura-fresata
Esempio di rilegatura con brossura fresata

Questa tipologia di rilegatura è consigliata per pubblicazioni con almeno 36 facciate con un dorso spesso di almeno 3 mm. La rilegatura in brossura può essere di due tipi: brossura fresata e brossura a filo refe.

La brossura fresata, chiamata anche brossura incollata, si utilizza per rilegare libri tascabili, cataloghi e riviste a partire da 36 facciate. La parte interna del nostro stampato, sul dorso, viene fresata e cosparsa in quel punto di colla e poi unita alla copertina.

Nella brossura fresata è possibile aggiungere la grecatura, ossia una solcatura sul dorso, garantendo così una maggior penetrazione della colla e una maggior durevolezza del prodotto stampato, anche con un numero elevato di pagine. La procedura viene ultimata con il rifilo su tre lati.

La tipologia di colla usata può essere di 2 tipi:

  • la classica colla elastica
  • la colla di tipo poliuretanico

Questa tipologia di rilegatura non è adatta per stampati poco voluminosi o con grammature di carte ridotte. Si consiglia l’utilizzo della carta usomano, molto porosa e leggera che ha una grammatura che va dai 90 ai 115 grammi.

Brossura a filo refe

La filo refe è una tipologia particolare di rilegatura in brossura, più pregiata rispetto alla fresata, che fornisce un tocco di artigianalità in più nella lavorazione.

Nella rilegatura a filo refe la parte interna dello stampato viene organizzato in fascicoli detti tecnicamente segnature (a seconda del numero delle pagine che lo compongono sono raccolti in ottavi, dodicesimi, ventiquattresimi o trentaduesimi) cucite al loro centro. Le segnature vengono poi tagliate con una fresa dal lato della piega e incollate alla copertina.

La brossura a filo refe è ideale per prodotti come bibbie, libri d’arte, libri di narrativa e volumi illustrati. Il filo usato per cucire le segnature può essere di cotone, lino, canapa o sintetico e in alcuni casi è possibile usare un filo di seta, più delicato e resistente, rendendo il lavoro di rilegatura di pregio superiore.

Questo metodo di rilegatura permette di utilizzare materiali differenti nel processo di confezionamento: dal materiale della copertina al suo rivestimento, dalle carte per l’interno alla rilegatura con un numero di pagine elevato, senza condizionare la durata e robustezza del prodotto finale. Questo tipo di lavorazione è adatta per un prodotto stampato con carta di grammatura fino a 170 grammi.


Per la stampa online di fascicoli, cataloghi, tesi e libretti a punto metallico, spirale e brossura fresata, Elettra Officine Grafiche offre un servizio di tipografia professionale di alta qualità, a costi contenuti e con spedizione rapida.

Chi siamo


Elettra Officine Grafiche è la tipografia online low cost per stampa digitale di piccolo e grande formato, di ogni genere e dimensione. Garantiamo un servizio rapido, economico e di alta qualità.